Escursioni come attività di educazione ambientale

- Norme di comportamento

Indice:

1. Le escursioni come attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) in materia

 di educazione ambientale

2. Rapporti con altri organismi in materia di educazione ambientale

3. Modalità di partecipazione alle escursioni

4. Attività complementari all’escursione

5. Organizzazione delle escursioni

6. Resoconto attività e rapporto di servizio

7. Obbligo di rispetto delle presenti norme di comportamento

8. Approvazione e modifiche delle presenti norme di comportamento

9. Allegati

9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA

9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa

9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010

9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010

9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002

1. Le escursioni come attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) in materia di educazione ambientale

Tra le attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente di Parma, in adempimento alla

 Legge Regionale 03 luglio 1989, n. 23 (“Disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica”) e successive modifiche, come indicato dall’art. 2, comma 2, lettera  c) dello Statuto G.E.L.A., che recita espressamente: “Per svolgere a tal fine una proficua attività occorre: […]

c) promuovere, partecipare e collaborare ad attività educative atte a sensibilizzare la collettività sui temi della salvaguardia delle risorse naturali e dell’ambiente”, rientrano a pieno titolo le escursioni finalizzate ad attività educativa (quale “educazione ambientale”, nell’ambito del compito attribuito dalla Legge Regionale citata ai fini della promozione e diffusione dell'informazione in materia ambientale);

2. Rapporti con altri organismi in materia di educazione ambientale

L’attività in esame non si pone in concorrenza con nessun altro settore od organismo dell’Associazione “Legambiente” (come per esempio il gruppo “LEDA”, che si occupa esclusivamente di educazione ambientale), in quanto tende a diffondere l’informazione ambientale con particolare riferimento alla legislazione relativa ed alle norme di comportamento conseguenti [art. 3, comma 1, lettera a) della L.R. n. 23/1989]; questa forma di escursionismo finalizzato diviene un’importante integrazione e completamento dell’opera svolta costantemente sul territorio dai vari gruppi di cui si compone l’Associazione: in un clima di massima collaborazione e partecipazione tra  i volontari interessati è possibile incrementare l’attenzione dei cittadini sulle problematiche ambientali, suggerendo anche eventuali soluzioni e ottenendo comunque  un reale miglioramento dei risultati complessivi.

3. Modalità di partecipazione alle escursioni

Informare ed educare al rispetto dell’ambiente significa, prima di tutto, far conoscere le caratteristiche del territorio in cui si vive: un modo per svolgere tale mansione può essere quello di partecipare ad escursioni organizzate da Associazioni ed Enti locali dietro loro richiesta (è buona regola avvertire preventivamente la Guida della presenza delle Guardie Ecologiche di Legambiente), promuovendo e divulgando le informazioni riguardo alle stesse escursioni (con diffusione attraverso i mezzi informativi dell’Associazione), nonché controllando il territorio durante l’escursione stessa.

La partecipazione all’organizzazione dell’escursione con compiti specifici di conduzione, guida o accompagnamento potrà essere compiuta solo da persone regolarmente abilitate ai sensi delle norme vigenti in materia.

4. Attività complementari all’escursione

Durante l’escursione l’attività di monitoraggio del territorio (ad esempio accertamenti in materia di abbandono rifiuti, inquinamento delle acque, danneggiamento di flora e fauna, ecc.), tra i compiti più importanti della Guardia Ecologica, svolti per la salvaguardia dell’ambiente, può essere favorita dall’eventuale partecipazione attiva di altre persone presenti, che contribuiscono spesso a segnalare situazioni negative.

Durante l’escursione diviene determinante l’informazione trasmessa ai partecipanti, tesa principalmente ad educare al rispetto dell’ambiente (per esempio fornendo elementi per una maggiore conoscenza delle caratteristiche del territorio e del delicato equilibrio degli ecosistemi presenti, come bosco, fiume, siepe, ecc.).

La vigilanza, compito principale e importante, prevenendo o reprimendo eventuali azioni irregolari o inadeguate, potrà indurre gli escursionisti presenti ad assumere un più corretto comportamento nei confronti dell’ambiente. Le Guardie Ecologiche durante l’escursione dovranno comunque cercare di educare le persone facendo loro capire quali siano i più idonei comportamenti da tenere, per esempio non camminando fuori dai sentieri, non raccogliendo piante e fiori protetti, non disturbando gli animali, non abbandonando i rifiuti.

La “regolazione” del comportamento per evitare di danneggiare l’ambiente, indispensabile per la vita stessa dell’uomo, diventa quindi uno dei principi che durante le escursioni le Guardie Ecologiche, con la propria presenza, l’esempio e la dedizione, potranno trasmettere ai presenti, facendo assimilare per il vivere quotidiano regole semplici ed elementari che troppo spesso vengono dimenticate.

5. Organizzazione delle escursioni

In merito all’organizzazione delle escursioni ed ai destinatari delle stesse, si distinguono le seguenti cinque possibilità:

  1. escursioni periodiche “di addestramento” riservate alle sole Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) ed organizzate dalle stesse - necessitano unicamente della preventiva autorizzazione del Raggruppamento; dal punto di vista assicurativo non presentano particolari problemi  per i partecipanti in quanto rientranti tra le attività tutelate e garantite dalla generica Assicurazione per le GELA;
  2. escursioni riservate a GELA e ad altri soci dell’Associazione Legambiente organizzate da GELA o da altri soci di Legambiente– ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera b) della L.R. n. 4/2000 e s.m. (“Norme per la disciplina delle attività di animazione e di accompagnamento turistoco”) non è richiesto il possesso di particolari requisiti di idoneità all’esercizio della professione di Guida per “coloro che svolgono,  senza compenso e senza carattere di professionalità ed abitualità le attività di cui alla presente legge esclusivamente in favore dei soci delle Associazioni senza scopo di lucro”  --  qualsiasi socio può quindi guidare o condurre in visita in ambiente naturale o antropizzato singoli soci o gruppi di soci od illustrare loro aspetti ambientali e naturalistici del territorio, con l’unico obbligo di verificare la presenza di una copertura assicurativa  di responsabilità civile per i rischi derivanti alle persone dalla partecipazione all’escursione; per l’organizzazione effettuata da parte delle GELA è prevista la preventiva autorizzazione del Raggruppamento;
  3. escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate dai soggetti di cui al comma 2 dell’art. 4 della L.R. n. 4/2000 – ai sensi dell’art. 4, commi 2 e 3, della L.R. n. 4/2000 citata, è possibile l’esercizio occasionale delle attività proprie della Guida, a seguito di preventiva comunicazione al Comune di competenza, a riconosciuti esperti della materia, nel contesto di iniziative con finalità didattiche e divulgative, che siano organizzate da Enti Statali, Locali, territoriali o Aree Protette; Enti Locali e Parchi, nell’ambito delle proprie funzioni, possono anche fornire incarichi specifici; l’organizzazione può essere anche effettuata da Enti pubblici o privati senza scopo di lucro che abbiano come finalità statutarie la diffusione della conoscenza dei beni culturali (la comunicazione al Comune è presentata almeno quindici giorni prima dell’esercizio dell’attività) -- quindi quando l’organizzazione è dei soggetti indicati, nell’ambito territoriale di propria competenza, la GELA di riconosciuta esperienza può, durante l’escursione, accompagnare chiunque,  previa comunicazione al Comune territorialmente interessato e verifica della copertura assicurativa; anche in questo caso è necessaria la preventiva autorizzazione del Raggruppamento;
  4. escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate dal Raggruppamento G.E.L.A. – ai sensi delle norme vigenti, le GELA possono essere presenti, quali promotori dell’iniziativa, svolgendo anche opera di educazione ambientale e di controllo,  ma è indispensabile che la responsabilità della conduzione e dell’accompagnamento dell’eventuale gruppo sia posta in capo ad una Guida regolarmente abilitata ai sensi della L.R. n. 4/2000; la stessa si occuperà anche della verifica della copertura assicurativa; l’organizzazione da parte delle GELA implica anche in questo caso la preventiva autorizzazione da parte del Raggruppamento;
  5. escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate da qualsiasi soggetto –  si tratta del caso richiamato all’art. 3 delle presenti “Norme di comportamento”; anche in questa situazione la presenza delle GELA risulta importante e fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio, in particolare quando si è di fronte ad un invito o ad una formale richiesta di partecipazione da parte del soggetto organizzatore, il quale avrà comunque già individuato autonomamente una Guida regolarmente abilitata ed avrà già provveduto a verificare, eventualmente in accordo con la stessa, la necessaria copertura assicurativa; anche in quest’ultima situazione  è indispensabile la preventiva autorizzazione del Raggruppamento.

6. Resoconto attività e rapporto di servizio

Al termine della escursione dovrà essere redatto dalle GELA partecipanti un breve e sintetico resoconto dell’attività svolta,  che verrà trasmesso alla sede del Raggruppamento e messo a disposizione di tutte le GELA; tale documento verrà consegnato insieme al “Rapporto di servizio” la cui compilazione diviene indispensabile per il computo delle ore di attività ed il conteggio di eventuali rimborsi.

7. Obbligo di rispetto delle presenti norme di comportamento

Le presenti “norme di comportamento” dovranno essere rispettate da tutte le GELA, al fine di non danneggiare la rispettabilità e l’attività del Raggruppamento.

8. Approvazione e modifiche delle presenti norme di comportamento

Le presenti “Norme di comportamento”, vengono formulate dal Coordinamento in carica, ai sensi dell’art. 7 dello Statuto del Raggruppamento,  e presentate all’Assemblea, regolarmente convocata, per l’approvazione. Questa delibererà sul documento ai sensi dell’art. 6 dello Statuto esprimendosi a maggioranza assoluta dei presenti.

Eventuali  modifiche saranno soggette alle medesime procedure ed approvazione da parte dell’Assemblea.

Eventuali nuove norme statali, regionali o locali sulla materia prevarranno sulle presenti “Norme di comportamento” e dovranno essere rispettate.

9. Allegati

Si allegano vari modelli e documentazione fotografica di attività effettuate quale esempio di educazione ambientale tramite escursioni:

  • 9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA (in caso venga richiesta la partecipazione delle GELA ad evento per educazione ambientale);
  • 9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa (in caso di evento direttamente organizzato dalle GELA);
  • 9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010 (“escursione al Monte Penna” );
  • 9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010 (“Alla ricerca delle miniere perdute” in Albareto);
  • 9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002 (escursione al Lago Santo – rifugio Giovanni Mariotti, alt. 1507 m.s.l.m.);

9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA

(... fac simile su carta intestata dell’Associazione proponente ...)

Al Raggruppamento delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente

Via Bizzozero n°19/A

43123 – Parma

Oggetto:           Richiesta di partecipazione all’iniziativa (specificare ...) _________________________

______________________________________________

Il/La sottoscritto/a _________________________nato/a il ___/___/__________ a ______________________

  (____) residente a __________________________________________________ 

Via ______________________ CAP ________, Comune_________(_____)

  in qualità di ________________________________________

di _________________________________________,

 con sede a ____________________________________________,

  tel. _____________________________________________,

CHIEDE

la presenza delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente per la seguente iniziativa (indicare il programma ed i contenuti dell’iniziativa, la denominazione dell’evento ove prevista, finalità, modalità di svolgimento, gli eventuali relatori ed altri soggetti coinvolti):

__________________________________________________________

che si svolgerà presso ______________________  in data ___/___/_________

quale attività di educazione ambientale rientrante espressamente nei compiti previsti dalla Legge Regionale 03 luglio 1989  n. 23.

Per eventuali informazioni sull’iniziativa ed accordi è possibile contattare quale referente:

il Sig./Sig.ra _________________________ Tel. _______________________ E-mail  ______________________________

Data _____________________

Firma __________________________________________

(timbro e firma per esteso)

9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa

Al Sig. Sindaco

del Comune di _______________________________________________

Oggetto: Richiesta di Patrocinio per (specificare l’iniziativa) ______________.

Il/La sottoscritto/a ________________

 nato/a il __/__/_______ a ___________________________________  (____)

 residente a ___________________________  via ______________________

 cap ________, Comune ________________________(____) 

 in qualità di legale presidente / legale rappresentante del Raggruppamento delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente, con sede a Parma Via Bizzozero n°19/A,  telefono: 0521-238478, codice fiscale: 92043850343,

sito web: www.legambienteparma.it/gela , email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

CHIEDE

che gli venga concesso il Patrocinio del Comune di ___________________________________

per la seguente iniziativa (indicare il programma ed i contenuti dell’iniziativa, la denominazione dell’evento ove prevista, finalità, modalità di svolgimento, gli eventuali relatori ed altri soggetti coinvolti):

_____________________________________________________

che si svolgerà presso _________________________________in data __/__/_______

Si allega l’elenco del materiale promozionale che verrà prodotto e nel quale verrà riportata (in caso di concessione ed esclusivamente in relazione all’attività o iniziativa indicata nel presente modulo) la dicitura “Con il patrocinio del Comune di …………………………....…..” (brochure, invito, locandina …).

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa è possibile contattare quale referente:

il Sig./Sig.ra _________________________ Tel. _______________________ E-mail  _________________________

Si precisa che per tale iniziativa (barrare solo le caselle di interesse e compilare le parti mancanti):

0 è stato chiesto il patrocinio anche ai seguenti enti _________________________________________

0 è stato già ottenuto il patrocinio del Comune di ______________ nei seguenti anni _______________

0 è stato anche richiesto un contributo economico al Comune di ______________ . La domanda di contributo è stata presentata al Settore ____________ in data  __/__/_______

Si dichiara che lo statuto del soggetto richiedente o altro atto analogo non è in contrasto con i principi fondamentali della Costituzione, della legge, dell’ordine pubblico e dello Statuto comunale.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Il sottoscritto conferma, consapevole della responsabilità penale in caso di dichiarazioni non veritiere ai sensi dell’art. 76 D.P.R. 445/2000, la veridicità di quanto indicato nella presente domanda e nei relativi allegati.

Luogo e data_______________

Firma del Presidente del Raggruppamento GELA  __________________________________________

(timbro e firma per esteso)

Si allega:

1.         relazione illustrativa (eventuale)

2.         copia dello Statuto o dell'atto costitutivo, regolarmente registrati, dell'Associazione/Ente/Comitato (qualora non fossero mai stati precedentemente inviati all’ente destinatario)

 

9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010

foto 01 agosto 2010 (“escursione al Monte Penna” ):

reg_escursioni_allegato_3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010

foto 11 luglio 2010 (escursione “Alla ricerca delle miniere perdute” in Albareto):

reg_escursioni_allegato_4

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002

foto 07 luglio 2002 (escursione al Lago Santo – rifugio Giovanni Mariotti, alt. 1507 m.s.l.m.):

reg_escursioni_allegato_5

Normal 0 14

 

 

 

 

 

Escursioni come attività di educazione ambientale - Norme di comportamento 

 

 

 

 

 

 

Indice:

 

 

1. Le escursioni come attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) in materia di educazione ambientale. 2 

2. Rapporti con altri organismi in materia di educazione ambientale. 2 

3. Modalità di partecipazione alle escursioni2

4. Attività complementari all’escursione. 3

5. Organizzazione delle escursioni3

6. Resoconto attività e rapporto di servizio. 4

7. Obbligo di rispetto delle presenti norme di comportamento. 5

8. Approvazione e modifiche delle presenti norme di comportamento. 5

9. Allegati5

9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA.. 6

9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa. 7

9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010. 8

9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010. 9

9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002. 10

 

 

 

 

 

 

 

 

1. Le escursioni come attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) in materia di educazione ambientale

 

Tra le attività delle Guardie Ecologiche di Legambiente di Parma, in adempimento alla Legge Regionale 03 luglio 1989, n. 23 (“Disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica”) e successive modifiche, come indicato dall’art. 2, comma 2, lettera  c) dello Statuto G.E.L.A., che recita espressamente: “Per svolgere a tal fine una proficua attività occorre: […]

c) promuovere, partecipare e collaborare ad attività educative atte a sensibilizzare la collettività sui temi della salvaguardia delle risorse naturali e dell’ambiente”, rientrano a pieno titolo le escursioni finalizzate ad attività educativa (quale “educazione ambientale”, nell’ambito del compito attribuito dalla Legge Regionale citata ai fini della promozione e diffusione dell'informazione in materia ambientale);

2. Rapporti con altri organismi in materia di educazione ambientale

 

L’attività in esame non si pone in concorrenza con nessun altro settore od organismo dell’Associazione “Legambiente” (come per esempio il gruppo “LEDA”, che si occupa esclusivamente di educazione ambientale), in quanto tende a diffondere l’informazione ambientale con particolare riferimento alla legislazione relativa ed alle norme di comportamento conseguenti [art. 3, comma 1, lettera a) della L.R. n. 23/1989]; questa forma di escursionismo finalizzato diviene un’importante integrazione e completamento dell’opera svolta costantemente sul territorio dai vari gruppi di cui si compone l’Associazione: in un clima di massima collaborazione e partecipazione tra  i volontari interessati è possibile incrementare l’attenzione dei cittadini sulle problematiche ambientali, suggerendo anche eventuali soluzioni e ottenendo comunque  un reale miglioramento dei risultati complessivi.

3. Modalità di partecipazione alle escursioni

 

Informare ed educare al rispetto dell’ambiente significa, prima di tutto, far conoscere le caratteristiche del territorio in cui si vive: un modo per svolgere tale mansione può essere quello di partecipare ad escursioni organizzate da Associazioni ed Enti locali dietro loro richiesta (è buona regola avvertire preventivamente la Guida della presenza delle Guardie Ecologiche di Legambiente), promuovendo e divulgando le informazioni riguardo alle stesse escursioni (con diffusione attraverso i mezzi informativi dell’Associazione), nonché controllando il territorio durante l’escursione stessa.

La partecipazione all’organizzazione dell’escursione con compiti specifici di conduzione, guida o accompagnamento potrà essere compiuta solo da persone regolarmente abilitate ai sensi delle norme vigenti in materia.

4. Attività complementari all’escursione

 

Durante l’escursione l’attività di monitoraggio del territorio (ad esempio accertamenti in materia di abbandono rifiuti, inquinamento delle acque, danneggiamento di flora e fauna, ecc.), tra i compiti più importanti della Guardia Ecologica, svolti per la salvaguardia dell’ambiente, può essere favorita dall’eventuale partecipazione attiva di altre persone presenti, che contribuiscono spesso a segnalare situazioni negative.

Durante l’escursione diviene determinante l’informazione trasmessa ai partecipanti, tesa principalmente ad educare al rispetto dell’ambiente (per esempio fornendo elementi per una maggiore conoscenza delle caratteristiche del territorio e del delicato equilibrio degli ecosistemi presenti, come bosco, fiume, siepe, ecc.).

La vigilanza, compito principale e importante, prevenendo o reprimendo eventuali azioni irregolari o inadeguate, potrà indurre gli escursionisti presenti ad assumere un più corretto comportamento nei confronti dell’ambiente. Le Guardie Ecologiche durante l’escursione dovranno comunque cercare di educare le persone facendo loro capire quali siano i più idonei comportamenti da tenere, per esempio non camminando fuori dai sentieri, non raccogliendo piante e fiori protetti, non disturbando gli animali, non abbandonando i rifiuti.

La “regolazione” del comportamento per evitare di danneggiare l’ambiente, indispensabile per la vita stessa dell’uomo, diventa quindi uno dei principi che durante le escursioni le Guardie Ecologiche, con la propria presenza, l’esempio e la dedizione, potranno trasmettere ai presenti, facendo assimilare per il vivere quotidiano regole semplici ed elementari che troppo spesso vengono dimenticate. 

5. Organizzazione delle escursioni

 

In merito all’organizzazione delle escursioni ed ai destinatari delle stesse, si distinguono le seguenti cinque possibilità:

1.     escursioni periodiche “di addestramento” riservate alle sole Guardie Ecologiche di Legambiente (G.E.L.A.) ed organizzate dalle stesse - necessitano unicamente della preventiva autorizzazione del Raggruppamento; dal punto di vista assicurativo non presentano particolari problemi  per i partecipanti in quanto rientranti tra le attività tutelate e garantite dalla generica Assicurazione per le GELA;

2.    escursioni riservate a GELA e ad altri soci dell’Associazione Legambiente organizzate da GELA o da altri soci di Legambiente– ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera b) della L.R. n. 4/2000 e s.m. (“Norme per la disciplina delle attività di animazione e di accompagnamento turistoco”) non è richiesto il possesso di particolari requisiti di idoneità all’esercizio della professione di Guida per “coloro che svolgono,  senza compenso e senza carattere di professionalità ed abitualità le attività di cui alla presente legge esclusivamente in favore dei soci delle Associazioni senza scopo di lucro”  --  qualsiasi socio può quindi guidare o condurre in visita in ambiente naturale o antropizzato singoli soci o gruppi di soci od illustrare loro aspetti ambientali e naturalistici del territorio, con l’unico obbligo di verificare la presenza di una copertura assicurativa  di responsabilità civile per i rischi derivanti alle persone dalla partecipazione all’escursione; per l’organizzazione effettuata da parte delle GELA è prevista la preventiva autorizzazione del Raggruppamento;

3.    escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate dai soggetti di cui al comma 2 dell’art. 4 della L.R. n. 4/2000 – ai sensi dell’art. 4, commi 2 e 3, della L.R. n. 4/2000 citata, è possibile l’esercizio occasionale delle attività proprie della Guida, a seguito di preventiva comunicazione al Comune di competenza, a riconosciuti esperti della materia, nel contesto di iniziative con finalità didattiche e divulgative, che siano organizzate da Enti Statali, Locali, territoriali o Aree Protette; Enti Locali e Parchi, nell’ambito delle proprie funzioni, possono anche fornire incarichi specifici; l’organizzazione può essere anche effettuata da Enti pubblici o privati senza scopo di lucro che abbiano come finalità statutarie la diffusione della conoscenza dei beni culturali (la comunicazione al Comune è presentata almeno quindici giorni prima dell’esercizio dell’attività) -- quindi quando l’organizzazione è dei soggetti indicati, nell’ambito territoriale di propria competenza, la GELA di riconosciuta esperienza può, durante l’escursione, accompagnare chiunque,  previa comunicazione al Comune territorialmente interessato e verifica della copertura assicurativa; anche in questo caso è necessaria la preventiva autorizzazione del Raggruppamento;

4.    escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate dal Raggruppamento G.E.L.A. – ai sensi delle norme vigenti, le GELA possono essere presenti, quali promotori dell’iniziativa, svolgendo anche opera di educazione ambientale e di controllo,  ma è indispensabile che la responsabilità della conduzione e dell’accompagnamento dell’eventuale gruppo sia posta in capo ad una Guida regolarmente abilitata ai sensi della L.R. n. 4/2000; la stessa si occuperà anche della verifica della copertura assicurativa; l’organizzazione da parte delle GELA implica anche in questo caso la preventiva autorizzazione da parte del Raggruppamento;

5.    escursioni aperte a tutti i cittadini organizzate da qualsiasi soggetto –  si tratta del caso richiamato all’art. 3 delle presenti “Norme di comportamento”; anche in questa situazione la presenza delle GELA risulta importante e fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio, in particolare quando si è di fronte ad un invito o ad una formale richiesta di partecipazione da parte del soggetto organizzatore, il quale avrà comunque già individuato autonomamente una Guida regolarmente abilitata ed avrà già provveduto a verificare, eventualmente in accordo con la stessa, la necessaria copertura assicurativa; anche in quest’ultima situazione  è indispensabile la preventiva autorizzazione del Raggruppamento.

6. Resoconto attività e rapporto di servizio

 

Al termine della escursione dovrà essere redatto dalle GELA partecipanti un breve e sintetico resoconto dell’attività svolta,  che verrà trasmesso alla sede del Raggruppamento e messo a disposizione di tutte le GELA; tale documento verrà consegnato insieme al “Rapporto di servizio” la cui compilazione diviene indispensabile per il computo delle ore di attività ed il conteggio di eventuali rimborsi.

7. Obbligo di rispetto delle presenti norme di comportamento 

 

Le presenti “norme di comportamento” dovranno essere rispettate da tutte le GELA, al fine di non danneggiare la rispettabilità e l’attività del Raggruppamento.

8. Approvazione e modifiche delle presenti norme di comportamento

 

Le presenti “Norme di comportamento”, vengono formulate dal Coordinamento in carica, ai sensi dell’art. 7 dello Statuto del Raggruppamento,  e presentate all’Assemblea, regolarmente convocata, per l’approvazione. Questa delibererà sul documento ai sensi dell’art. 6 dello Statuto esprimendosi a maggioranza assoluta dei presenti.

Eventuali  modifiche saranno soggette alle medesime procedure ed approvazione da parte dell’Assemblea. 

Eventuali nuove norme statali, regionali o locali sulla materia prevarranno sulle presenti “Norme di comportamento” e dovranno essere rispettate.

9. Allegati

 

Si allegano vari modelli e documentazione fotografica di attività effettuate quale esempio di educazione ambientale tramite escursioni:

-          9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA (in caso venga richiesta la partecipazione delle GELA ad evento per educazione ambientale);

-          9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa (in caso di evento direttamente organizzato dalle GELA);

-          9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010 (“escursione al Monte Penna” );

-          9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010 (“Alla ricerca delle miniere perdute” in Albareto);

-          9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002 (escursione al Lago Santo – rifugio Giovanni Mariotti, alt. 1507 m.s.l.m.);

 

 


9.1 Allegato 1 - modello richiesta presenza GELA

?

 

(... fac simile su carta intestata dell’Associazione proponente ...)

 

 

 

Al Raggruppamento delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente

Via Bizzozero n°19/A

43123 – Parma

Oggetto:         Richiesta di partecipazione all’iniziativa (specificare ...) _________________________

                        ____________________________________________________________________________________________

                        ____________________________________________________________________________________________

 

 

Il/La sottoscritto/a _______________________________________________________ nato/a il ___/___/__________ a ___________________________________  (____) residente a __________________________________________________  Via ______________________ CAP ________, Comune __________________________________ (_____)  in qualità di ________________________________________ di ________________________________________________________________, con sede a ____________________________________________,  tel. _____________________________________________,

 

                                                                                               CHIEDE

 

la presenza delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente per la seguente iniziativa (indicare il programma ed i contenuti dell’iniziativa, la denominazione dell’evento ove prevista, finalità, modalità di svolgimento, gli eventuali relatori ed altri soggetti coinvolti):

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

che si svolgerà presso _______________________________________________________ in data ___/___/_________

quale attività di educazione ambientale rientrante espressamente nei compiti previsti dalla Legge Regionale 03 luglio 1989  n. 23.

 

Per eventuali informazioni sull’iniziativa ed accordi è possibile contattare quale referente:

 il Sig./Sig.ra _________________________ Tel. _______________________ E-mail  ______________________________

 

Data _____________________

Firma __________________________________________

(timbro e firma per esteso)


9.2 Allegato 2 - modello richiesta di patrocinio iniziativa

 

Al Sig. Sindaco

del Comune di _______________________________________________

 

Oggetto: Richiesta di Patrocinio per (specificare l’iniziativa) ______________________________________________________.

 

 

Il/La sottoscritto/a ____________________________________________ nato/a il __/__/_______ a ___________________________________  (____) residente a ___________________________  via ______________________ cap ________, Comune ________________________(____)  in qualità di legale presidente / legale rappresentante del Raggruppamento delle Guardie Ecologiche Volontarie di Legambiente, con sede a Parma Via Bizzozero n°19/A,  telefono: 0521-238478, codice fiscale: 92043850343, 

sito web: www.legambienteparma.it/gela , email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

                                                                                               CHIEDE

che gli venga concesso il Patrocinio del Comune di ___________________________________ per la seguente iniziativa (indicare il programma ed i contenuti dell’iniziativa, la denominazione dell’evento ove prevista, finalità, modalità di svolgimento, gli eventuali relatori ed altri soggetti coinvolti):

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

che si svolgerà presso _________________________________________________________ in data __/__/_______

 

Si allega l’elenco del materiale promozionale che verrà prodotto e nel quale verrà riportata (in caso di concessione ed esclusivamente in relazione all’attività o iniziativa indicata nel presente modulo) la dicitura “Con il patrocinio del Comune di …………………………....…..” (brochure, invito, locandina …).

 

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa è possibile contattare quale referente:

 il Sig./Sig.ra _________________________ Tel. _______________________ E-mail  _________________________

 

Si precisa che per tale iniziativa (barrare solo le caselle di interesse e compilare le parti mancanti):

 è stato chiesto il patrocinio anche ai seguenti enti _________________________________________

 è stato già ottenuto il patrocinio del Comune di ______________ nei seguenti anni _______________

 è stato anche richiesto un contributo economico al Comune di ______________ . La domanda di contributo è stata presentata al Settore ________________________________ in data  __/__/_______

 

Si dichiara che lo statuto del soggetto richiedente o altro atto analogo non è in contrasto con i principi fondamentali della Costituzione, della legge, dell’ordine pubblico e dello Statuto comunale.

 

Si richiede di ricevere il provvedimento finale, i documenti richiesti ed ogni eventuale ulteriore informazione al seguente indirizzo di posta elettronica  “This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Il sottoscritto conferma, consapevole della responsabilità penale in caso di dichiarazioni non veritiere ai sensi dell’art. 76 D.P.R. 445/2000, la veridicità di quanto indicato nella presente domanda e nei relativi allegati.

Luogo e data_______________

                    Firma del Presidente del Raggruppamento GELA  __________________________________________

(timbro e firma per esteso)

Si allega:

  1. relazione illustrativa (eventuale)
  2. copia dello Statuto o dell'atto costitutivo, regolarmente registrati, dell'Associazione/Ente/Comitato (qualora non fossero mai stati precedentemente inviati all’ente destinatario)

9.3 Allegato 3 – foto evento del 01 agosto 2010

 

foto 01 agosto 2010 (“escursione al Monte Penna” ):

 

 


9.4 Allegato 4 – foto evento del 11 luglio 2010

 

foto 11 luglio 2010 (escursione “Alla ricerca delle miniere perdute” in Albareto):

 

 


 9.5 Allegato 5 – foto evento del 07 luglio 2002

 

foto 07 luglio 2002 (escursione al Lago Santo – rifugio Giovanni Mariotti, alt. 1507 m.s.l.m.):